Andando verso Pisa

Pubblicato il Pubblicato in dintorni

Se volete passare una giornata un po’ diversa se pure sempre immersi nella storia e nel paesaggio toscano, vi posso dare alcuni suggerimenti.

  • Pontedera. Sebbene sembri che le sue origini siano molto antiche, la cittadina è famosa soprattutto per la presenza, dai primi anni del secolo scorso, dell’Industria Piaggio. Dedita dapprima alla costruzione di veicoli per l’aereonautica ha avuto la sua fama mondiale grazie all’ideazione e alla costruzione della famosa Vespa. E’ molto interessante e divertente, per grandi e piccini, il Museo Piaggio che si trova nella zona più antica della fabbrica, costruita negli anni venti.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     Lasciata Pontedera proseguite sulla strada Vicarese fino a raggiungere l’incantevole Vicopisano.

 

  • Vicopisano è un borgo fortificato che possiede un patrimonio medievale ragguardevole tra cui spiccano dodici torri, due palazzi medievali e la Rocca del Brunelleschi, aperta al pubblico con visite guidate. Passeggiare nel centro fino a raggiungere la parte più alta della rocca vi farà fare un salto indietro nel tempo.  Da Vicopisano parte un percorso delle chiese e delle antiche pievi del territorio.

Tra Pisa e Vicopisano, suggestiva è la vista della Torre di Caprona, che sovrasta in equilibrio precario una sottostante cava. La torre è quel che resta di un antico castello a cui è legato il nome di Dante Alighieri, che nell’agosto del 1289 prese parte alla battaglia per il possesso di Caprona. La circostanza è da lui citata nel XXI canto dell’Inferno della Divina Commedia.

  • Calci vanta due siti di rilevanza turistica: la bellissima Certosa Monumentale e il Museo di Storia Naturale e del Territorio dell’Università di Pisa, ospitato in un ala del complesso, dove si trovano importanti collezioni mineralogiche, paleontologiche e zoologiche.

La Certosa, fondata nel XV secolo grazie al lascito di un mercante armeno, è un complesso monumentale in stile barocco composto da un grande cortile interno e da una serie di edifici che lo circondano in cui sono ricavate le celle, gli orti e gli ambienti adatti alla regola di vita certosina. Abitata dai frati certosini fino agli anni Settanta è oggi aperta alle visite.·

Interessanti anche Cascina e San Giuliano. Quest’ultimo non è solo un luogo ideale per una giornata alle terme, ma è punto di partenza per itinerari storici e architettonici di grande interesse verso la Rocca di Ripafratta, le pievi romaniche di Rigoli e Pugnano e l’Eremo di Rupecava.